L'incredibile storia del vulcano Chimborazo

Vulcano Chimborazo

Il Chimborazo fino al 1852 è stata creduta la vetta più alta del Mondo.
Ma i cartografi del Survey of India scoprirono che la montagna più alta del Pianeta era l'Everest.
Tuttavia, il Chimborazo si presenta in una zona del globo terrestre dove i poli risultano schiacciati. A causa di questa conformazione secondo l'Istituto Geografico Militar di Quito, è il punto della crosta terrestre più lontano dal centro della Terra. Esattamente 2.152,2 metri in più rispetto all'Everest. Quindi, per ironia della sorte, è veramente la montagna più alta della Terra.

Il Chimborazo rappresenta una divinità per la popolazione indigena locale. Questa montagna oltre ad essere un'ambita mèta di alpinisti di tutto il Mondo è un'imponente balcone panoramico su gran parte del Paese.

La via per il Chimborazo è accessibile alla maggior parte degli scalatori, presenta lunghi pendii nevosi poco inclinati con un tratto più impegnativo.
Il principale inconveniente è l'alta quota oltre alle dure condizioni ambientali. E' possibile incontrare bufere e nebbie molto fitte che rendono più faticosa la salita e l'orientamento in una cima che, già di per se è articolata, visto che presenta 5 vette distinte.

Il Chimborazo si presenta con un paesaggio lunare, il vulcano è inattivo e l'intera area è una riserva faunistica.