Vulcano Tungurahua la decima vetta dell’Ecuador

Vulcano TungurahuaIl vulcano Tungurahua è la decima vetta dell’Ecuador (5016 metri).
Siamo negli Altipiani centrali, tutta la provincia che circonda il vulcano prende il suo nome.

Tungurahua è un vulcano attivo, considerato dagli alpinisti uno dei 5000 ecuadoriani più facili da scalare. Questo fino alla violenta eruzione del 1999. Da allora è cambiata sia la forma che il percorso. E’ comunque una vetta accessibile ad alpinisti di livello medio alto.

Il rifugio a quota 3800 metri è andato distrutto nell’eruzione del 1999, ma molti scalatori, già dal 2003, hanno comunque continuato ad avventurarsi sui pendii del vulcano malgrado l’invito delle istituzioni locali ad evitare questa difficile escursione.

Per ammirare il vulcano Tungurahua non è esclusivamente necessario l’itinerario a piedi. Per chi non ha tempo e i mezzi necessari per avventurarsi sul vulcano è decisamente molto più comoda e assolutamente consigliata, soprattutto per il suo ’impagabile panorama, il tragitto di strada che da Banos porta al villaggio di Pelineo, una piccola località con oltre 400 anni di storia che purtroppo è stata più volte coinvolta in catastrofici terremoti ed anche dall’eruzione del vulcano Tungurahua.

La città di Banos è il punto ideale per accamparsi ed organizzare la visita sul vulcano. Da qui è possibile rivolgersi a diverse agenzie locali che oltre ad organizzare delle spedizioni sulla vetta, sono anche in grado di consigliarti i tragitti migliori ed eventualmente dirti se vale la pena o no affrontare questa vetta.

Banos dista a pochi chilometri dal villaggio di Pelineo. La strada scende per oltre 800 metri e lungo la gola del rio Pastaza ci troviamo di fronte ad uno dei paesaggi più belli dell’Ecuador. Esattamente 24 km che diventano impagabili soprattutto se abbiamo la fortuna di percorrerli quando il vulcano è in piena eruzione.