Quito coloniale

Quito colonialeIn nessun altra città dell’America Latina si concentra una quantità di chiese coloniali come quelle che si possono ammirare nella capitale dell’Ecuador.
Basta fare un giro per le strade della città vecchia, muovendosi tra una ventina di isolati.

Altari e soffitti dorati, ricchissimi retablos, pitture barocche sono circondate da candele accese, da nuvole d’incenso e da fedeli in preghiera. La chiesa più antica è quella di San Francisco, iniziata nel 1534, insieme al vicino monastero. La più ricca è quella della Compañia de Jesùs, costruita nel 1605, con decorazioni realizzate utilizzando sette tonnellate d’oro. di grande interesse anche la settecentesca Chiesa della Merced, la Chiesa e il Monastero di San Agustìn e il monastero di San Diego, che ospita il più del pulpito in legno scolpito dell’ecuador, opera dello scultore Juan Bautista Menacho.